Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘zucchine’

A casa mia, il periodo che va da fine giugno ad inizio settembre, viene identificato come “il periodo del tappeto volante”. Il motivo è presto detto: quando si avvicina il periodo ferie, il grande Tabriz steso davanti al televisore si riempie di libri, depliant opuscoli, fogli stampati, sulle mete più disparate; è qui che io e Daniele decidiamo dove passeremo le nostre vacanze, anticipandole con tanti “voli di fantasia”. A volte, si parte dalla Cina o dal Nepal per poi passare le vacanze in Sicilia; altre, è successo che, partendo dalla Toscana, si sia deciso un viaggio in Canada o in Malesia.
Quest’anno il tappeto stenta a trovare un punto d’atterraggio ma, nel frattempo, ha scaricato una ricetta … che sa molto di Cina: i ravioli fritti di zucchine, immediatamente adattati alle nostre esigenze, preparati e … mangiati.
L’adattamento, naturalmente, riguarda la presenza di frumento. La farina 00 è stata quindi sostituita con la farina di Enkir del Mulino Marino mentre la salsa di soia (quelle che ho trovato hanno tutte il frumento tra gli ingredienti) ha lasciato il posto ad una improvvisiazione estemporanea che mi ha molto soddisfatta.
A completare la contaminazione Italia-Cina, ho arricchito il piatto con i fiori di zucchina in pastella.

Ingredienti per i ravioli (con queste dosi ne vengono 22)

  • 300 gr di zucchine fresche;
  • 130 gr di farina di enkir;
  • 1 uovo;
  • 2 spicchi di aglio; 
  • olio evo;
  • olio di semi (per friggere);
  • sale.

Ingredienti per la pastella

  • Farina di riso q.b. ;
  • 1 uovo;
  • acqua ghiacciata;
  • sale.

Ingredienti per la salsa all’aceto balsamico

  • Aceto balsamico di Modena;
  • farina di riso;
  • paprika;
  • curry;
  • cannella in polvere.

Preparazione dei ravioli

Su un piano di lavoro setacciare la farina, formare la fontana ed aggiungere un po’ di sale, l’uovo leggermente sbattuto ed un cucchiaio di olio evo. Impastare tutti gli ingredienti e lavorare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Avvolgere l’impasto in un foglio di pellicola per alimenti e lasciare riposare per almeno 30 minuti.
Grattugiare le zucchine lavate e mondate.

In una padella, a freddo, mettere gli spicchi di aglio schiacciati con lo spremiaglio ed un po’ di olio evo. Appena inizia a soffriggere, aggiungere le zucchine, lasciare rosolare qualche minuto, salare e portare a cottura (le zucchine devono rimanere croccanti). Lasciare raffreddare.
Stendere la pasta in sfoglie sottili (con il mattarello oppure con una sfogliatrice). Con un cucchiaino disporre sulle sfoglie il ripieno. Ripiegare la pasta sul ripieno e, con un coppapasta, ritagliare i ravioli.
Friggere i ravioli in olio profondo, scolarli, metterli per un attimo su carta assorbente da cucina e servirli caldi.

Preparazione dei fiori di zucchina pastellati

In una ciotola, raccoliere la farina di riso, il tuorlo dell’ uovo ed un po’ di sale. Mescolare e diluire con acqua ghiacciata. Aggiungere alla fine l’albume montato a neve ben ferma. Amalgamare bene. La pastella dovrà risultare abbastanza fluida. Immergere i fiori privati del pistillo, lavati ed asciugati. Friggere in olio profondo e bollente fino a quando non risulteranno croccanti.
Scolare i fiori, metterli per un attimo su carta assorbente da cucina e servirli caldi.

Preparazione della salsa all’aceto balsamico

In una padella mettere un bicchiere di aceto balsamico, un cucchiaio di farina di riso, una spolverata di curry, una spolverata di paprica e un pizzico di cannella in polvere. Mescolare e mettere sul fuoco ad addensare.

Nota: le dosi che ho dato sono indicative: regolate la densità della salsa e la quantità delle spezie durante la preparazione, a seconda dei vostri gusti. Io ho fatto cosi’ … ad occhio … ed a palato 🙂

Chi non è intollerante al frumento puo’ accompagnare questo antipasto caldo anche con salsa di soia.

Questa ricetta partecipa al contest di Lucy “Ti cucino così … con i fiori

Annunci

Read Full Post »

L’obiettivo principale per ieri pomeriggio era quello di lasciarmi cadere su un lettino in giardino, abbandonarmi ad un coma proprio per niente vigile e cercare di acchiappare una quantità di sole sufficiente a completare il passaggio da color maghrebina a color bantù distratto…
Nessuno in casa…
L’unico rischio era che la mia cagnona, preoccupata dall’immobilità prolungata, decidesse di abbandonare l’ombra del pero per venire a lapparmi un orecchio…
Costume, solare, musica… Via!
… … :-0 :-0 :-0 !!!
Un consiglio gratuito da architetto: l’orto non deve MAI essere visibile dall’area relax del giardino! Ma quando dico MAI intendo MAI!
… A meno che non apparteniate a quella schiera di pochi eletti che, una volta stravaccati sul lettino, chiamano il maggiordomo, chiedono un mojito e concludono con un sospiro: “Quando mandi il giardiniere a raccogliere le foglioline di Yerba buena nella serra dei caraibici, ricordagli di prendere le più fresche … e poi le zucchine vanno raccolte al mattino, subito dopo la fioritura, altrimenti come faccio poi a CREARE un qualche piatto gradevole!”
Non è il vostro caso? Dall’orto, zucchine, melanzane & Co. vi sorridono indisponenti? E allora il rischio è quello che il vostro tanto agognato coma si trasformi lentamente, gli ingranaggi comincino a muoversi pigri, un’idea abbia la sfacciataggine di venire a volteggiare sulla vostra zucca… et voilà, il gioco è fatto!

Beh, detto così sembra una cosa rapida. Quando mi metto al sole, invece, io ho la resistenza di tre mujāhidīn… però, alla fine, dopo una strenua resistenza, ho perso la battaglia e me ne sono andata a raccogliere un po’ di verdura…
… ma per rappresaglia, una volta cucinata, l’ho tenuta legata fino alla fine 😉

Ingredienti

  • 6 zucchine fresche con i loro fiori; 
  • 70 gr di parmigiano reggiano;
  • 2 uova;
  • olio evo;
  • pane grattugiato;
  • sale;
  • qualche filio di erba cipollina per la presentazione.

Preparazione

Lavare le zucchine e tagliarne le estremità conservando i fiori. Dividerle in pezzi lunghi circa 5/6 cm e, con un levatorsoli, svuotarle conservando a parte l’interno.
In una padella, a freddo, mettere un po’ di olio evo, la cipolla tgliata sottilmente. Appena la cipolla diventa trasparente aggiungere la polpa delle zucchine tenuta a parte e i fiori tagliati a listarelle. Salare e portare a cottura.

Con un frullatore ad immersione, ridurre il tutto a purea e lasciare raffreddare. Aggiungere le uova leggermente sbattute ed il parmigiano grattugiato (io ho messo 70 gr di parmigiano in 450 gr di purea). Aggiustare eventualmente di sale. Raccogliere il composto in una sac a poche e riempire i ciclindri di zucchine disposti in bell’ordine in una teglia di adeguate dimensioni. Spolverare con il pane grattugiato, coprire con un foglio di carta stagnola ed infornare in forno già caldo a 200° per circa 40 minuti. Togliere la carta stagnola e lasciare gratinare la superficie (circa 10 minuti).
Togliere dal forno, lasciare intiepidire quindi preparare delle monoporzioni legando alcuni tronchetti con l’erba cipollina appena scottata. Servire i tronchetti tiepidi oppure freddi.

Read Full Post »

Per fortuna, non ostante la grandinata della scorsa settimana, l’orto non ha sofferto particolarmente e continua a fornire verdura in abbondanza: carote, melanzane, peperoni, pomodori di differenti varietà, le inesauribili zucchine …
Per contro, proprio per la continua disponibilità di verdura fresca, se si esclude il gruppo dei cosiddetti immancabili, in questo periodo la dispensa non è fornitissima … beh, però non è neanche un deserto … dall’ultima spedizione in terra di risaie è sopravvissuto un pacchetto di Carnaroli integrale che promette molto: mondato a mano, confezionato in ambiente protetto, senza conservanti … Tenuta Castello, Desana …
La visita al sito del produttore in cerca di suggerimenti fa venire la voglia di organizzare una visita, sfidando le zanzare … 😉
E sia! Mio caro Carnaroli, è giunta la tua ora! 🙂

Ingredienti

  • 300 gr di riso carnaroli integrale;
  • 100 gr di cipolla bianca tagliata a dadini;
  • 100 gr di carote tagliate a dadini;
  • 100 gr di zucchine tagliate a dadini;
  • 100 gr di peperone tagliato a dadini;
  • 100 gr di melanzana tagliata a dadini;
  • olio evo;
  • aceto di mele;
  • sale;
  • olio aromatizzato al basilico.

Preparazione

Lessare in acqua salata il riso, scolare e lasciare raffreddare.
In una padella, a freddo, mettere un po’ di olio evo e la dadolata di cipolla. Appena inizia a sfrigolare, unire i dadini di carote e, dopo un attimo, i dadini di peperone; per ultimo, i dadini di melanzana e di zucchina.
Sfumare con un filo di aceto di mele, salare e saltare in padella la brunoise di vedure per qualche minuto (le verdure devono rimanere croccanti). Lasciare raffreddare.
Unire al riso raccolto in una ciotola la brunoise di verdure croccanti e profumare con un filo di olio al basilico.
Decorare il piatto a piacere e servire.

Come preparare l’olio aromatizzato al basilico

Lavare ed asciugare accuratamente le foglie di basilico.
Pestarle finemente in un mortaio con un po’ di olio evo fino ad ottenere una crema.
Trasferire il tutto in una ciotola ed aggiungere olio evo fino a coprire completamente.
Coprire con un foglio di pellicola per alimenti e lasciare macerare almeno 12 ore a temperatura ambiente.
Filtrare l’olio con un colino a maglie finissime ed imbottigliare.
Conservare a temperatura ambiente per non più di un mese.

Read Full Post »

Qualche tempo fa ho letto la ricetta degli gnocchi di zucchine nel blog di Libera: mi ha incuriosita ed ho provato a preparare gli gnocchi utilizzando la farina di farro bianca.
Il risultato di questa prima prova è stato più che lusinghiero, tanto che mi è venuta la voglia di tentare con una seconda versione, usando per l’impasto una farina diversa, il cui sapore, secondo me, si sposa molto bene con quello delle zucchine.
La farina è quella di Enkir (per le caratteristiche, il rimando d’obbligo è al sito del Mulino Marino, il mio fornitore ufficiale di farine).
Questa, dunque, è la mia versione degli gnocchi di zucchine.

Ingredienti

  • 1 kg di zucchine;
  • 250 gr di farina di Enkir;
  • 1 cipolla rossa di tropea;
  • 2 uova piccole;
  • un mazzetto di basilico;
  • 1 cucchiaio di olio evo;
  • sale,
  • pepe.

Preprazione

Tritare la cipolla e metterla in una padella a freddo con un po’ di olio evo e le zucchine tagliate a rondelle, salare, pepare e portare a cottura. Appena prima di togliere dal fuoco unire il basilico sminuzzato. Con un frullatore ad immersione ridurre il tutto a purea.
In una spianatoia setacciare la farina e formare una fontana, al centro mettere la purea di zucchine e le uova leggermente sbattute. Con l’aiuto di una spatola formare l’impasto, che risulterà mooolto morbido, e raccoglierlo in una sac a poche.

Mettere sul fuoco una pentola con abbondante acqua e, quando raggiunge il bollore, salare.
Spremere l’impasto dalla sac a poche direttamente nell’acqua in ebollizione, così da formare dei “bastoncini” del diametro di un centimetro circa. Non appena questi vengono a galla, con una schiumarola toglierli dall’acqua e metterli in uno scolapasta. Continuare così fino ad esaurimento dell’impasto.
Preparare gli gnocchi, tagliando i bastoncini in pezzetti di dimensioni adeguate, farli saltare in padella nel condimento precedentemente preparato (sugo spiccio) e servire.

Read Full Post »

Bene! Adesso che mi sono tranquillizzata sul destino alla fine vittorioso (e succulento!) di Wile E. Coyote, posso tornare alla mia trota.
Ovviamente, i cartoni animati non mi hanno impedito di infornarla ieri e, con la massima naturalezza, quello che ieri pomeriggio poteva “anche morire contento”, sul fare della sera ha deciso che “sazio e contento” era molto, molto meglio!
… quando si dice “saggezza popolare!” 😉

Ingredienti

  • Una trota di almeno 1 kg (pulita e privata delle branchie);
  • 2 porri;
  • tre carote;
  • 1/2 peperone giallo;
  • 1/2 peperone rosso;
  • 2 zucchine piccole;
  • 2 spicchi di aglio; 
  • 1 limone;
  • 1/2 bicchiere di vino bianco;
  • qualche foglia di basilico;
  • olio evo q.b.;
  • sale;
  • qualche foglia di insalata per la presentazione.

Preparazione

Incidere i porri in senso longitudinale fino al cuore, sfogliarli e lavarli. Conservare a parte le foglie esterne e tagliare il rimanente a striscioline.
Lavare e tagliare a striscioline anche tutte le altre verdure, usando, per le zucchine, solo la parte verde.
In una padella, a freddo, mettere un poco d’olio, gli spicchi di aglio ed i porri. Fare stufare leggermente e, quindi, unire tutte le altre verdure. Salare e lasciare appassire le verdure qualche minuto, quindi, sfumare con il vino bianco. Fermare la cottura quando le verdure sono ancora al dente.
Togliere gli spicchi di aglio, unire le foglie di basilico spezzettate, rimestare e lasciare raffreddare.

In una pentola con acqua salata in ebollizione, scottate le foglie esterne dei porri precedentemente conservate.
Eviscerare la trota, togliere le branchie, la lisca e lavarla accuratamente; salarne l’interno e farcirla con le verdure precedentemente preparate.
Quindi, legare il pesce con le foglie di porro sbollentate, adagiarlo in una teglia rivestita con carta da forno, ungerlo leggermente con l’olio ed infornare, in forno già caldo a 180° per circa 40 minuti.

A metà cottura, irrorare il pesce con il succo del limone.
Adagiare il pesce su di un vassoio rivestito con le foglie di insalata e servire tiepido oppure freddo.

Read Full Post »

 

Ingredienti (per 6 persone)

  • 250 gr di lasagne di Kamut secche (io ho usato quelle di Vesuna); 
  • 1/2 l di latte;
  • 50 gr di farina di farro bianca;
  • 6 zucchine fresche con i loro fiori;
  • due cipolle bianche;
  • basilico;
  • 50 gr di burro;
  • parmigiano reggiano q.b.; 
  • olio evo;
  • sale;
  • noce moscata.

Preparazione della pasta

Cuocere e scolare le lasagne. Nell’attesa, disporle su di un canovaccio pulito.

Preparazione del condimento di zucchine

In una padella, a freddo, mettere un po’ di olio evo e le cipolle tagliate a fettine sottili. Mettere sul fuoco ed appena le cipolle diventano trasparenti aggiungere le zucchine tagliate alla joulienne. Salare e portare a cottura (le zucchine devono rimanere croccanti). Togliere dal fuoco ed aggiungere i fiori tagliati a listarelle ed il basilico spezzettato, mescolare e lasciare a parte.

Preparazione della besciamella

In una casseruola scaldare il latte. In un’altra pentola, preparare un roux bianco, unire il latte caldo, un pizzico di sale ed una grattatina di noce moscata. Lasciare bollire a fuoco lento sempre mescolando per qualche minuto. 

Composizione delle lasagne

In una teglia con bordi alti, distribuire sul fondo un po’ di besciamella, disporre il primo strato di pasta e ricoprire con un po’ del condimento di zucchine, qualche cucchiaio di besciamella ed una spolverata di parmigiano reggiano. Continuare a disporre gli ingredienti a strati fino ad esaurimento degli stessi. L’ultimo strato dovrà essere di condimento di zucchine e besciamella ricoperti da una spolverata di parmigiano reggiano e qualche fiocco di burro.
Cuocere in forno già caldo a 180°/190° per almeno 40 minuti.

Read Full Post »

Dall’orto arrivano ancora zucchine! L’altro giorno, gli gnocchi di Libera hanno egregiamente evitato che incrementassi la scorta in freezer, dandomi la possibilità di provare una nuova ricetta. Ieri, dopo una rapidissima trattativa, le ho scambiati con un po’ di fagiolini. Oggi, però, pensavo proprio di dover vestire i panni del Grande Congelatore … 🙂

E invece, la mail di una nuova amica dal Cile ha fatto sì che visitassi il suo bellissimo blog: Cocina de Mercado … ovviamente già inserito nella sezione link  “Around the world”. Proprio lì, postata qualche giorno prima, con qualche differenza, ho trovato una ricetta che da anni non preparavo … 

Qui potete trovare la versione cilena di Sol: Sopa de zucchini y queso azul

A seguire, invece, la mia versione italiana… Crema di zucchine con fiori e gorgonzola.

 Ingredienti ( per quattro persone)

  • 6 zucchine con i loro fiori;
  • brodo vegetale; 
  • due cipolle;
  • due patate medie;
  • gorgonzola;
  • olio evo;
  • pepe;
  • sale.

Preparazione

Cuocere le patate nel brodo vegetale e, nel frattempo, in una padella, a freddo, mettere le cipolle tagliate a fettine sottili con un po’ di olio evo. Soffriggere per qualche minuto ed aggiungere le zucchine tagliate a rondelle. Salare, aggiungere un  po’ di pepe e portare a cottura.

Una volta cotte, con un frullatore ad immersione, ridurre le verdure a purea. Aggiustare di sale e, per regolare la densità, aggiungere un po’ del brodo vegetale in cui sono state cotte le patate.

Servire con un filo di olio evo,  fiocchi di gorgonzola ed i fiori delle zucchine, precedentemente tagliati e saltati in padella. La crema puo’ essere accompagnata con fette di pane tostato.

 Questa ricetta partecipa al contest di Lucy “Ti cucino così … con i fiori

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: