Tronchetti di zucchine ripieni

L’obiettivo principale per ieri pomeriggio era quello di lasciarmi cadere su un lettino in giardino, abbandonarmi ad un coma proprio per niente vigile e cercare di acchiappare una quantità di sole sufficiente a completare il passaggio da color maghrebina a color bantù distratto…
Nessuno in casa…
L’unico rischio era che la mia cagnona, preoccupata dall’immobilità prolungata, decidesse di abbandonare l’ombra del pero per venire a lapparmi un orecchio…
Costume, solare, musica… Via!
… … :-0 :-0 :-0 !!!
Un consiglio gratuito da architetto: l’orto non deve MAI essere visibile dall’area relax del giardino! Ma quando dico MAI intendo MAI!
… A meno che non apparteniate a quella schiera di pochi eletti che, una volta stravaccati sul lettino, chiamano il maggiordomo, chiedono un mojito e concludono con un sospiro: “Quando mandi il giardiniere a raccogliere le foglioline di Yerba buena nella serra dei caraibici, ricordagli di prendere le più fresche … e poi le zucchine vanno raccolte al mattino, subito dopo la fioritura, altrimenti come faccio poi a CREARE un qualche piatto gradevole!”
Non è il vostro caso? Dall’orto, zucchine, melanzane & Co. vi sorridono indisponenti? E allora il rischio è quello che il vostro tanto agognato coma si trasformi lentamente, gli ingranaggi comincino a muoversi pigri, un’idea abbia la sfacciataggine di venire a volteggiare sulla vostra zucca… et voilà, il gioco è fatto!

Beh, detto così sembra una cosa rapida. Quando mi metto al sole, invece, io ho la resistenza di tre mujāhidīn… però, alla fine, dopo una strenua resistenza, ho perso la battaglia e me ne sono andata a raccogliere un po’ di verdura…
… ma per rappresaglia, una volta cucinata, l’ho tenuta legata fino alla fine 😉

Ingredienti

  • 6 zucchine fresche con i loro fiori; 
  • 70 gr di parmigiano reggiano;
  • 2 uova;
  • olio evo;
  • pane grattugiato;
  • sale;
  • qualche filio di erba cipollina per la presentazione.

Preparazione

Lavare le zucchine e tagliarne le estremità conservando i fiori. Dividerle in pezzi lunghi circa 5/6 cm e, con un levatorsoli, svuotarle conservando a parte l’interno.
In una padella, a freddo, mettere un po’ di olio evo, la cipolla tgliata sottilmente. Appena la cipolla diventa trasparente aggiungere la polpa delle zucchine tenuta a parte e i fiori tagliati a listarelle. Salare e portare a cottura.

Con un frullatore ad immersione, ridurre il tutto a purea e lasciare raffreddare. Aggiungere le uova leggermente sbattute ed il parmigiano grattugiato (io ho messo 70 gr di parmigiano in 450 gr di purea). Aggiustare eventualmente di sale. Raccogliere il composto in una sac a poche e riempire i ciclindri di zucchine disposti in bell’ordine in una teglia di adeguate dimensioni. Spolverare con il pane grattugiato, coprire con un foglio di carta stagnola ed infornare in forno già caldo a 200° per circa 40 minuti. Togliere la carta stagnola e lasciare gratinare la superficie (circa 10 minuti).
Togliere dal forno, lasciare intiepidire quindi preparare delle monoporzioni legando alcuni tronchetti con l’erba cipollina appena scottata. Servire i tronchetti tiepidi oppure freddi.