Ciabatta di farro lievitata con mosto d’uva fragola

Il pane lievitato con il mosto l’ho visto fare da Gabriele Bonci. Lui ha usato farina di frumento buratto ed  il mosto diluito con acqua  nella proporzione di 2 a 1, io, invece, ho voluto provare a fare il mio pane con la farina bianca di farro usando mosto puro … questo è il risultato del mio primo esperimento.

Ingredienti

  • 600 gr di farina bianca di farro macinata a pietra;
  • 300 ml di mosto d’uva fragola filtrato;
  • 10 gr di sale;
  • farina di riso per lo spolvero.

 Preparazione del mosto

In una ciotola di vetro, pigiare con le mani l’uva fragola, togliere tutti i graspi, coprire con un foglio di pellicola e lasciare fermentare per 4/5 giorni.
Quando il mosto “bolle” filtrare con un colino a maglie larghe.

Preparazione dell’impasto per il pane

Su un piano di lavoro, setacciare la farina, aggiungere il sale ed impastare, unendo poco alla volta il mosto filtrato. Lavorare fino a quando la farina non avrà completamente assorbito il mosto.
Trasferire l’impasto, che sarà molto morbido, in un boulle unta con olio. Coprire con un foglio di pellicola e lasciare lievitare per almeno 12 ore.
Riprendere l’impasto, rovesciarlo su di un canovaccio infarinato con farina di riso, dare la forma voluta, quindi, rovesciare la ciabatta su una teglia da forno in modo che la parte infarinata sia rivolta verso l’alto. Rifinire a piacere la forma della ciabatta e lasciare riposare coperta per almeno 50 minuti.
Trascorso questo tempo, con un coltello molto affilato, fare un taglio abbastanza profondo al centro del pane ed infornare in forno già caldo a 220°.
Abbassare la temperatura a 200°, lasciare cuocere per 5 minuti, poi, abbassare la temperatura a 180° e portare a cottura il pane (circa 40 minuti).
Fare raffreddare su una griglia.

Il profumo che si sprigiona durante la cottura di questo pane è davvero paradisiaco. Secondo il mio parere, è un ottimo pane da colazione … io l’ho mangiato spalmando sulle fette un velo di miele di robinia … una vera leccornia 🙂

Annunci

Focaccia con fiori di zucchina e formaggio

Van Gogh - Fiori di Zucchina

Ingredienti  per l’impasto

Dose per tre teglie (cm 26 x 37 )

  • 600 gr di farina bianca di farro macinata a pietra;
  • 300 gr di farina bianca di segale macinata a cilindri;
  • 500 gr di acqua;
  • 50 gr di olio evo;
  • 16 gr di sale fino; 
  • 12 gr di lievito di birra secco;
  • 10 gr di malto d’orzo;
  • 8 gr di zucchero.

Ingredienti per il condimento 

  • 600 gr di mozzarella;
  • 250 gr di gorgonzola dolce;
  • 30/35 fiori di zucchina;
  • olio evo

Preparazione dell’impasto (con l’ausilio di un impastatore elettrico).

Riunire nella ciotola dell’impastatore l’acqua tiepida in cui sono stati sciolti il malto, il sale, lo zucchero e l’olio.
Unire circa metà della farina setacciandola e, con il gancio, impastare fino a quando tutta la farina non è completamente amalgamata.
Sempre setacciandola, aggiungere il resto della farina mescolata con il lievito e lavorare fino ad ottenere un impasto ben incordato ma ancora morbido.

Rovesciare l’impasto su un tagliere e lasciare riposare coperto con un telo di lino per circa 15 minuti.
Ripiegare l’impasto in 4, dividerlo in tre parti uguali e dare una forma che ricalchi quella della teglia in cui andrà cotto.
Mettere al centro delle teglie da forno un po’ di olio ed adagiarvi sopra la pasta rigirandola un paio di volte in modo che anche la superficie superiore risulti ben unta (questo impedirà il formarsi della crosta durante la lievitazione).
Mettere le teglie all’interno del forno (spento, con la porta chiusa e con la luce accesa così da aiutarci a tenere l’ambiente più caldo) e lasciare lievitare fino al raddoppio (circa 50 minuti).
Stendere la pasta con le mani fino ad occupare tutta la teglia.
Lasciare riposare a temperatura ambiente per altri 90 minuti circa.
A questo punto, distribuire sulla superficie delle focacce la mozzarella ed il gorgonzola.

Infornare con forno preriscaldato a 220, abbassare la temperatura a 200° e lasciare cuocere per 15 minuti.
Togliere dal forno distribuire i fiori delle zucchine ben lavati e privati del pistillo ed infornare di nuovo.
Lasciare cuocere per altri 20 /25 minuti.

Servire accompagnando con una birra fresca e rinfrescante. Naturalmente, come per le focacce, anche per la mia birra deve valere il “senza frumento”.
Io ho sperimentato l’abbinamento con Enkir, una birra di Birra del Borgo, nata dalla collaborazione con Mulino Marino e con Gabriele Bonci.

… secondo me perfetta!

… Questa ricetta partecipa al contest di Lucy “Ti cucino così … con i fiori