Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘carote’

Quando mi piglia la voglia di giocare con i colori, non riesco proprio a resistere. E’ più forte di me! Chissà… forse, dipende dal fatto che ormai da diversi anni non mi riesce più di prendere tela e pennelli e scappare lungo il Po a “dipingere” … peccati di gioventù … 😉

Adesso, invece, visto che sono cresciuta e sono molto più impegnata di prima … mi limito a fare i tortelli a righe … o, se mi capita tra le mani un vecchio numero de “La cucina italiana”, gli anelli alle bavaresi … 

Ingredienti (per 8 porzioni)

  • 400 gr di carote;
  • 400 gr di cavolfiore;
  • 100 gr di panna montata;
  • 14 gr di gelatina in fogli;
  • una cipolla di tropea;
  • un cucchiaio di zucchero di canna;
  • brodo vegetale;
  • una foglia di alloro;
  • 100 gr di pistacchi di Bronte;
  • un limone;
  • olio evo, sale, pepe.

Preparazione delle bavaresi

Spuntare e pulire le carote, tagliarle a rondelle e stufarle in un tegame con un filo d’olio, un trito di cipolla, lo zucchero di canna, un pizzico di sale, una macinata di pepe ed un filo di brodo. Una volta cotte, frullarle.
Unire al frullato caldo 7 gr di gelatina in fogli precedentemente ammollata in acqua fredda e ben strizzata. 
Mondare il cavolfiore eliminando torsolo e foglie, dividerlo a cimette e lessarlo in acqua salata, aggiungendo una foglia di alloro. Scolare, frullare ed unire la restante gelatina.
Lasciare raffreddare i due composti e, quindi, incorporare delicatamente in ciascuno 50 gr di panna montata.
Distribuire i preparati in stampini foderati con della pellicola, alternando strati di diverso colore.
Prima di sformare lasciare riposare in frigorifero per almeno 6 ore.

Preparazione della salsa ai pistacchi

In un mixer, frullare finemente i pistacchi, aggiungendo olio evo (q.b.), il succo del limone ed un po’ di sale.

Servire le bavaresi come antipasto accompagnate dalla salsa ai pistacchi. 

Con questa ricetta partecipo a

Read Full Post »

Mamma mia che giornata! Finalmente riesco a riprendere il controllo del computer per qualche minuto… giusto qualche minuto , perchè poi mi tocca correre di nuovo, a cena questa volta…
Dunque, i miei tortelli tricolori…
In vista dei mondiali in Sudafrica, qualcosa si deve cominciare a preparare…

Ingredienti per la pasta all’uovo

  • 300 gr di farina di farro macinata a pietra;
  • 100 gr di farina di Kamut macinata a pietra;
  • 3 uova;
  • Sale q.b.

Ingredienti per la pasta all’uovo verde

  • 150 gr di farina di farro macinata a pietra;
  • 50 gr di farina di Kamut macinata a pietra;
  • 100 gr di spinaci crudi (oppure se ne avete in abbondanza ortiche);
  • 1 uovo;
  • Sale q.b.

Ingredienti per la pasta all’uovo arancione

  • 150 gr di farina bianca di farro macinata a pietra;
  • 50 gr di farina di Kamut macinata a pietra;
  • 100 gr di carote;
  • 1 uovo;
  • Sale q.b.

N.B. KAMUT® é un marchio registrato di Kamut International, Ltd.

Ingredienti per la farcia

  • 300 gr di ricotta vaccina;
  • 450 gr di ortiche già scottate;
  • 80 gr di parmigiano reggiano;
  • 1 uovo intero e un tuorlo;
  • Sale; Pepe;
  • noce moscata.

Procedimento
Preparare i tre impasti con gli ingredienti indicati e lasciarli riposare coperti per almeno mezz’ora.
Il procedimento per preparare la pasta verde è quello descritto nella ricetta delle “Tagliatelle di Kamut bicolori con mandorle”.

Per la pasta all’uovo arancione, cuocere le carote al vapore oppure in acqua , frullarle ed unirle agli altri ingredienti. Lavorare l’impasto fino ad averlo liscio ed omogeneo. Nel caso in cui le carote siano state cotte in acqua, dopo averle frullate sarà necessario metterle in un tegamino e passarle sul fuoco per eliminare l’umidità in eccesso.
La regola generale è sempre quella di aggiungere all’impasto un po’ di acqua tiepida oppure un po’ di farina nel caso sia necessario regolarne la consistenza.

Per la farcia
Mondare e lavare le ortiche.
Cuocerle immergendole in una pentola con acqua già in ebollizione e salata.
Una volta cotte, scolarle e strizzarle molto bene e quindi, con l’aiuto di un mixer, frullarle.
Passare al setaccio la ricotta, raccoglierla in una ciotola e unire le ortiche frullate.
Aggiustare di sale e pepe ed insaporire il composto con una grattatina abbondante di noce moscata.
Incorporare l’uovo leggermente sbattuto ed il parmigiano reggiano.
Mescolare con cura per amalgamare bene tutti gli ingredienti.

Come preparare la pasta a righe
Con la pasta colorata preparare delle tagliatelle non troppo fini.
Con la pasta all’uovo e con l’ausilio di una sfogliatrice preparare dei rettangoli sufficientemente lunghi.
Spennellarli con acqua oppure con un po’ di albume ed appoggiarvi sopra, a distanza regolare, le tagliatelle colorate, avendo cura di alternre i colori.
Premere leggermente con le dita per fare aderire le strisce.
Infarinare la sfoglia in modo da assorbire l’eventuale umidità lasciata dall’acqua o dall’albume e passare ogni rettangolo tra i rulli della sfogliatrice fino ad ottenere lo spessore di pasta desiderato.

Come preparare i triangoli
Sopra ad uno stampo per tortelli triangolare, appoggiare la sfoglia a righe e, con l’ausilio di una sac à poche distribuire la farcia.
Chiudere con un’altra sfoglia a righe. oppure con una sfoglia di un unico colore.
Fare uscire l’aria e passare con il mattarello per fare aderire bene le sfoglie.
Capovolgere e, con una rotella dentata, ritagliare i tortelli.

Sicuramente vi avanzerà della pasta multicolore …. niente sprechi… si possono sempre fare delle bellissime lasagne marmorizzate. Un’esplosione di gusto e colore!!!

Read Full Post »

Mattina: Piove… E questa dovrebbe essere la primavera? Quella stagione piena di verde, di azzurro e dei mille colori dei fiori? Qui è solo grigio! Si, vabbè, campi e prati sono verdi ma è un verde triste e bagnato… il campo di grano di fronte a casa, più che un tappeto brillante, sembra un grosso pulcino bagnato e sbattuto dal vento… e del colore sbagliato, per giunta.
Mica posso rifare un’altra crostata di frutta per rincuorarmi un po’…
… avevo lavato tutti i vetri delle finestre… sembra lo faccia apposta a piovere di traverso in questo modo…
Pomeriggio: non è mica cambiato niente, continua a piovere…
Sera: idem come sopra… adesso, te li dò io i colori della primavera… aspetta che guardo cosa c’è nel frigo e nella dispensa …

…………………….
…………………….
…………………….

ore 00:47 Piove molto meno e, adesso, ho un tavolo pieno di colori!

… però gli occhi mi si chiudono… ingredienti e preparazione …domani … Buona Notte …

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: