Numbers

Quello che segue è il post che avevo preparato per ieri, 31 dicembre. Poi, mi sono “distratta” 😦 e non l’ho pubblicato. Questa sera, rileggendolo, ho pensato che, tutto sommato, gli Auguri valgono ancora e le cose che sentivo ieri sera sono le stesse che penso oggi. Vi lascio allora all’ultimo post dello scorso anno. Ciao!

Ultimo post del 2010. Poche ore e sarà il 31 dicembre.
E’ quindi arrivato il momento di fare un primo consuntivo di quest’esperienza su internet e di preparare la solita lista di buoni propositi, quelli che quasi sempre vengono poi dimenticati prima che arrivi la befana 🙂
Per i buoni propositi, però, c’è ancora manciata di ore da sfruttare… chissà quante cose possono ancora succedere! 😉
Accontentiamoci allora di tirare brevemente le somme.
No, non voglio stare a fare il riassunto di quanti post, quante visite, quanti commenti … Certamente, questo non significa che non me ne importa niente: chi scrive lo fa per comunicare … e per rendere viva una comunicazione è necessario che ci sia anche chi ascolta o, in questo caso, chi legge e magari risponde. Per fortuna, sembra che questa necessità, per il momento, io sia riuscita a soddisfarla e, quindi, tutto ok.!
Qualche numero però mi piacerebbe scriverlo e sono quelli di due pagine che mi stanno molto a cuore:

Mediterranea e Le mani nella marmellata.

La prima risale a qualche mese fa. Una pagina dedicata alla cucina del Mediterraneo, vista attraverso gli occhi di blogger provenienti da Libano, Grecia, Francia, Siria … E’ stata una bella esperienza: non sono riuscita a chiudere il mio tour mediterraneo ma, forse, riuscirò a farlo nel 2011 … anche perchè, in Gennaio, Mediterranea si rinnoverà un po’! Intanto, voglio ringraziare chi quest’anno c’era già e mi ha prestato 8 splendide ricette:

 

La seconda pagina è quella del contest che ho organizzato a settembre, “Le mani nella marmellata”: 57 ricette da 27 blog, 2 premiate (quella di Libera e quella di Carlotta e Valentina), una raccolta che, non solo secondo me, è venuta piuttosto bene 😉 Le mani nella marmellata, però, non è in libera distribuzione, come normalmente si fa in questi casi con le raccolte provenienti da contest o da situazioni simili, ma viene distribuita in cambio di una donazione all’Unicef, anche piccola, anche di soli 4,50 euro.

Ad oggi, 31 dicembre 2010, sono stati raccolti:

Vaccino contro il tetano: 800 dosi
Vaccino anti-polio: 9 cofezioni x 180 dosi
Vaccino antimorbillo: 200 dosi
Box termico per trasporto vaccini: 3 pezzi
Trattamento contro i parassiti intestinali: 1200 dosi
Terapia anti-malaria: 30 bustine
Latte terapeutico: 6 confezioni
Matite per la scuola: 100 pacchi
Quaderni per la scuola: 20 pezzi

Solo una piccola interruzione: il 2011 è cominciato bene e sono arrivati altri 20 quaderni e al 400 dosi di vaccino contro il tetano!!!

Beh … per il 2010, i numeri che mi hanno fatto più piacere sono proprio questi. Unicef, proprio ieri, mi ha mandato i loro banner ed ha inserito l’iniziativa su Facebook,

sia sulla pagina di Regali per la vita …

… sia quella di Unicef Italia …

… chissà se riusciremo ad allungare questo elenco nel 2011? Magari con l’aiuto di chi ha già collaborato inviando le sue ricette … tempo per impiastriccarsi le mani di marmellata ce n’è ancora … basta un click proprio qui!

A chiudere il consuntivo 2010 c’è ancora un numero tanto, tanto importante: quello delle persone con cui sono entrata in contatto grazie a questo blog. Persone di cui sono diventata amica, anche se in maniera forse un po’ “virtuale”; persone con cui c’è stato modo di fare qualche bella discussione; persone con cui ci si è solo sfiorati per il tempo di un commento o di un post; persone con cui si è rapidamente costruito un bel rapporto di antipatia …

… a tutti quanti, ma proprio, proprio tutti, auguro che …

il 2011 sia un anno perfetto,

un anno con la A maiuscola, 

l’Anno che avete sempre desiderato!

 

 

7 thoughts on “Numbers

  1. Questo è il testo originale del commento inviato il 3-01-2011 alle 10,28 che come promesso, in seguito alla risposta di Unicef, pubblico integralmente.

    “Queste sono le conclusioni a cui siamo arrivati dopo anni di studi e ricerche (medici, biologi, ricercatori) e che vi comunichiamo affinche’ siano divulgate ai cittadini…
    http://www.mednat.org/Universo_Bambino/centrale1.htm
    I VACCINI producono gravi DANNI (piu’ o meno occulti) ai VACCINATI

    Cari colleghi prima di accettare articoli sui virus e sui vaccini, che spaventano inutilmente la popolazione, ma fanno comodo a: case farmaceutiche….che vi lucrano sopra…ed a tutta la filiera al loro servizio, OMS, CDC, FDA, EMEA, AIFA, Universita’, Ministeri, Ordini dei medici e medici vaccinatori, fareste bene ad informarvi meglio su cosa produce negli organismi viventi un Vaccino !
    SIAMO CONTRO la falsamente detta IMMUNIZZAZIONE VACCINALE perche’ i VACCINI sono MOLTO pericolosi per uomini ed animali ! Altro che immunizzazione, vaccinarsi significa, ammalarsi facilmente di qualsiasi malattia, per le mutate condizioni del Terreno fisiologico.
    Le autorita e gli enti “sanitari” ripetono ogni giorno: “Non c’è nient’altro che possiate fare per proteggervi dalle malattie, perciò vaccinatevi”. Questa affermazione è una menzogna ed una falsita’ biologica.
    Le mutazioni genetiche indotte da TUTTI i Vaccini sono ormai ben note. Anche la Polio, sclerosi, distrofie, leucemie, meningiti, malattie autoimmuni o rare, aids, allergie alimentari e non, celiachia, asma, autismo, diabete, ecc. sono scatenate dai vaccini per vari motivi, mutazioni genetiche + alterazione delle funzioni endocellulari, ecc. http://www.mednat.org/vaccini/mutazioni_genetiche.htm
    Nella sola UMBRIA la ns associazione ha raccolto quasi 5.000 segnalazioni di autismo, e l’Umbria e’ una piccola regione a densita’ di popolazione minima, pensate a quanti bambini autistici ci sono in Italia, proporzionalmente e rispettivamente siamo attorno ai 350.000 malati e forse piu, malati di disfunzioni dello sviluppo, che portano all’autismo, per le ischemie (e non solo quelle) indotte dai vaccini ! http://www.mednat.org/vaccini/autismo.htm
    Cio’ significa che Tutto cio’ che si dice da parte degli “enti” preposti alla salute umana, medici allopatici compresi, sui Vaccini (qualsiasi) e’ completamente FALSO !
    …perche’ i Vaccini, oltre ad intossicare, infiammare, creare ischemie ed immunodepressione per tutta la vita del soggetto vaccinato, per le gravi sollecitazioni alle quali e’ indotto l’organismo ed in particolare il sistema immunitario, essi creano mutazioni genetiche nei mitocondri, trasmissibili alla prole….ecc.
    Questo perche i Vaccini a virus, sono un cocktail di sostanze tossiche e di proteine complesse a DNA molto pericolose, perche’ sono eterologhe=estranee, oltre ai contaminanti+adiuvanti+tossine contenuti nei Vaccini che aiutano la destabilizzazione delle funzioni di cellule, enzimi, flora batterica, sistema immunitario, DNA, ecc. http://www.mednat.org/vaccini/immunogenetica.htm
    Di fatto le vaccinazioni servono SOLO ad intossicare con il contenuto dei vaccini, metalli pesanti, prodotti cancerogeni, sostanze tossiche, nanoparticelle comprese, antibiotici, prodotti antifertilita’, ecc, .ed a creare ischemie, per creare, mantenere ed ampliare il mercato dei malati, utilizzando e sfruttando propinando vaccini alla popolazione piu’ debole…..
    http://www.mednat.org/vaccini/contenuto_vaccini.htm
    Quindi e’ tutto un vantaggio, NON seguire le “direttive farmacologiche o vaccinatorie” dettate dalle case farmaceutiche, di cui gli enti governativi sono solo dei lacche’….
    http://www.mednat.org/vaccini/contro_immunizzazione.htm
    I VACCINI CAUSANO anche ATTACCHI MICRO-VASCOLARI Quindi l’unica soluzione e’ NON vaccinarsi MAI !
    http://www.mednat.org/vaccini/dannivacc.htm
    e per finire: LOBOTOMIA con i VACCINI

    AUTISMO dai Vaccini
    http://www.mednat.org/vaccini/autismo.htm
    Sclerosi e Danni dai Vaccini
    http://www.youtube.com/watch?v=pNgT5X0N9Ag&feature=related http://www.youtube.com/watch?v=0Iol8zqsnIg



    >>>>>>>>
    Interrogazione parlamentare PARLAMENTO ITALIANO 285 e 286: Resoconto sommario pag. 88, del 11 GEN. 1996 Presentata agli Onorevoli Parlamentari, dal On. Pedrizzi (AN).
    – Al Presidente del Consiglio dei Ministri ed al Ministro della Sanita’: Premesso: – Che l’Associazione Universo Bambino ha diramato qualche tempo fa un comunicato riguardante le vaccinazioni praticate su neonati e le conseguenze negative che da queste possono derivare: – Che il predetto comunicato riferiva che le vaccinazioni possono provocare nei bambini patologie gravi come, tra l’altro, distrofie, sclerosi, anemie, epilessie, morti improvvise, ecc., ecc.
    continua su: http://www.mednat.org/vaccini/interrogazione_parl.htm
    Ad oggi NESSUN MINISTRO ha mai risposto all’interrogazione; per loro NON SE NE DEVE PARLARE MAI, chissa’ perche’ ?
    MINISTERO della “salute” italiano ed altri Enti europei, sono stati ben informati sui DANNI dei VACCINI, NON rispondono, che siano la lunga mano di Big Pharma ? evidentemente SI !
    Il BUSINESS dei VACCINI: prima si creano con le vaccinazioni, le mutazioni genetiche…per creare e mantenere il mercato dei malati, e poi si **raccolgono soldi** con la questua di Telethon per la ricerca fasulla, perche’ le VERE cause sono i VACCINI !
    >>>>>>
    Corrompevano governi, medici e funzionari di molti stati per vendere i loro prodotti. – Stavolta l’accusa nei confronti dei Big Pharma, i colossi del farmaco, è clamorosa. E viene direttamente dal dipartimento di Giustizia americano e la Sec, la Consob statunitense, che hanno aperto un’indagine su alcune tra le più grandi e potenti multinazionali del settore farmaceutico, tra cui le quattro sorelle Merck, Bristol-Myers Squibb, GlaxoSimthKline e AstraZeneca.
    Lo riporta il Wall Street Journal, secondo il quale i colossi del farmaco corrompevano i governi di numerosi paesi, tra i quali anche l’Italia, oltre a Brasile, Cina, Germania, Polonia, Russia e Arabia Saudita. – Le Big Pharma hanno ricevuto una lettera del Dipartimento di Stato che chiede loro di giustificare alcuni movimenti di denaro.
    >>>>>>
    Su questo argomento (danni dei Vaccini) sfidiamo ad un dibattito, qualsiasi personaggio a favore dei vaccini, in qualsiasi sede, anche davanti ad un pubblico. Ne avranno il coraggio ? NO, come sempre scappano quando devono confrontarsi con noi !
    G. Paolo Vanoli – Giornalista (Albo speciale) – Consulente in Scienza della Nutrizione e Medicine Naturali webmaster di: http://www.mednat.org – e.mail: info@vanoli.net

    "Mi piace"

    • Quella che segue era la mia risposta al commento del dr. Vanoli che, in prima battuta avevo pubblicato solo in minima parte. In seguito alla risposta inviata da Unicef ho pubblicato integralmente lo stesso.
      Per le opinioni espresse, le affermazioni e le accuse rivolte a soggetti diversi, vista la mia non competenza sugli argomenti trattati, non mi assumo alcuna responsabilità.

      N.B. In futuro, commenti così lunghi e ricchi di link esterni, verranno considerati come Spam. Nel caso, potete sempre contattarmi per e-mail e chiedere direttamente.

      “Egr. dr. Vanoli, ho letto il suo commento e parte delle pagine indicate dai link inseriti. Visto il tema di questo blog, la quantità di link e la lunghezza del suo commento, considero lo stesso un po’ “invasivo”. Capisco però che la passione e la convinzione nelle proprie idee, a volte, facciano sì che l’entusiasmo e la voglia di diffonderle prevalgano.
      Lo scopo di questa raccolta a favore delle attività dell’Unicef non è tanto quello di donare un vaccino, una tazza di latte o un quaderno.
      Lo scopo è quello di cercare una via per far sì che più gente possibile, anche in Africa o in Afghanistan, arrivi anche a poter scegliere se accettare o meno una cura, se ripensarci o no. Quella possibilità che in Italia noi abbiamo e tanti altri non hanno.
      Ci sono anche mezzi e sistemi migliori? E’ possibile: dalle missioni alla CRI, dalla Mezzaluna Rossa all’AMREF, da Emergency ad altre ONG più piccole e indipendenti…
      In così poco tempo, non ho la possibilità nè di visionare tutti i link inseriti, nè di studiare a fondo il problema da lei sollevato e prendere una posizione. Pertanto, non voglio approvare e pubblicare tutto quanto da lei scritto. Allo stesso modo, però, non voglio “censurare” la sua posizione solo perchè non la conosco a fondo. Pubblicherò quindi queste prime righe e girerò il tutto ad Unicef. Nel caso in cui Unicef fosse disponibile a risponderle pubblicamente, sarò ben felice di pubblicare integralmente il suo scritto e la relativa risposta. Naturalmente, immediatamente dopo, i commenti al post saranno chiusi e NON seguirà altro.
      P.S. Nel caso preferisse fare una donazione ad altra Associazione di sua fiducia che si occupi della salute, dell’educazione e della tutela dei bambini, sarò felice di fare un’eccezione ed inviarle comunque il file della raccolta “Le mani nella Marmellata”; vanno bene anche matite e quaderni.

      "Mi piace"

    • Le obiezioni del dr. Vanoli meritano il rispetto che si deve all’opinione di ciascuno, ma ancora più rispetto si deve alla verità dei fatti.
      Ogni anno le vaccinazioni nei Paesi in via di sviluppo salvano la vita a 2,5 milioni di bambini (dato: State of the World’s Vaccines and Immunization 2009 – UNICEF/OMS/Banca Mondiale).
      La mortalità infantile è in calo costante dal 1990 a oggi proprio in corrispondenza con l’intensificazione delle campagne di vaccinazione di massa.
      Tutte le organizzazioni umanitarie non governative, incluse quelle specializzate in ambito sanitario, come Medici Senza Frontiere e altre, promuovono con convinzione la diffusione dei vaccini.
      Legami tra vaccini e autismo non sono mai stati provati con certezza da ricerche mediche, mentre è di pochi giorni fa la notizia che la più prestigiosa rivista mondiale di medicina, The Lancet, ha per la prima volta ritirato come “fraudolenta” una ricerca pubblicata in passato: si tratta proprio di un famigerato articolo del dr. Wakefield (1998) sul preteso legame tra autismo e vaccino trivalente.
      In sintesi: preoccuparsi del costante miglioramento della qualità nella fabbricazione e conservazione dei vaccini è giustissimo, infatti l’UNICEF – primo distributore mondiale di vaccini per l’infanzia – se ne fa carico più di chiunque altro. Screditare i vaccini e chi li utilizza per salvare milioni di vite di bambini invece è assai meno giustificabile, e in questo caso siamo noi a porre la domanda: cui prodest?

      "Mi piace"

  2. Grazie Antonella, per l’Unicef i numeri possono ancora aumentare, passato lo “stordimento” delle feste e ritornati alla normalità un pensiero per quei bambini renderà il nostro anno migliore, sono solo 4,50 €

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.