Coniglio alla birra

Ingredienti:

  • uno coniglio giovane da 1,200 kg circa;
  • 2 fegati di coniglio;
  • farina bianca di farro qb;
  • un bicchiere di birra Enkir;
  • sale;
  • pepe;
  • 2 cipolle bianche medie;
  • due coste di sedano bianco;
  • olio evo.

Preparazione

Pulire il coniglio, tagliarlo a pezzi, lavarlo accuratamente ed asciugarlo.
Infarinarlo bene, avendo cura di eliminare la farina in eccesso.
Fare sciogliere il burro in un largo tegame. Appena il burro sarà dorato, adagiarvi i pezzi di coniglio e farli rosolare da ogni parte. A questo punto, bagnare con la birra Enkir, aggiungere sale e pepe e fare cuocere per un’ora e trenta minuti circa, a fiamma bassissima, a tegame coperto.
Qualora si rendesse necessario, durante la cottura aggiungere un poco d’acqua.

Nel frattempo, tritare finemente le cipolle ed il sedano e farli appassire a fuoco basso in un tegame con tre cucchiai d’olio evo.
Incorporarvi poi i fegati di coniglio passati al setaccio, lasciare colorire per alcuni minuti.
Unire la preparazione al coniglio circa 20 minuti prima di toglierlo dal fuoco.
Una volta ultimata la cottura, togliere dalla padella i pezzi di coniglio, avendo cura di tenerli in caldo; raccogliere ciò che resta in una ciotola e, con un frullatore ad immersione, raffinare ulteriormente.
Servire il coniglio con la salsa così ottenuta accompagnando con riso basmati oppure con crostoni di pane casereccio. Un’ottima alternativa può essere la polenta ma, in questo caso, lasciare che la salsa mantenga un aspetto più rustico, evitando il passaggio con il frullatore ad immersione.

Per accompagnare questo piatto uno degli abbinamenti che preferisco è la stessa birra che ho usato per cucinare, la Enkir del birrificio artigianale Birra del Borgo.

9 thoughts on “Coniglio alla birra

  1. Buongiorno Antonella, questo piatto farebbe la gioia del mio adorato, se trovo questa birra gli faccio la sorpresa, potrei usarla anche per il pollo, ti racconterò.

    "Mi piace"

    • Grazie Luciana! In effetti è un ottimo fine stagione: un po’ più estivo con il riso, certamente più autunnale con la polenta… anche se qui c’ qualcuno che mangerebbe polenta anche in agosto 🙂
      Ciao!

      "Mi piace"

Rispondi a Antonella Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.