Margherite di Kamut ripiene con ricotta, germogli di luppolo selvatico e papaveri su fonduta di parmigiano

 

Dosi per 6 persone

Ingredienti per la pasta all’uovo

  • 200 gr di farina di Kamut macinata a pietra;
  • 2 uova;
  • Sale q.b.

Ingredienti per la pasta all’uovo agli spinaci

  • 200 gr di farina di Kamut macinata a pietra;
  • 100 gr di spinaci crudi;
  • 1 uovo;
  • Sale q.b.

N.B.  KAMUT® é un marchio registrato di Kamut International, Ltd.

Ingredienti per la farcia

  • 250 gr di ricotta vaccina;
  • 200 gr di germogli di papavero (già scottati);
  • 100 gr di  germogli di luppolo selvatico (già scottati);
  • 50 gr di parmigiano reggiano;
  • 1 uovo intero;
  • Sale;
  • Pepe;
  • Noce moscata.

Ingredienti per il condimento

  • 200 ml  di panna da cucina;
  • 100 gr di parmigiano grattugiato;
  • 20 gr di burro:

Procedimento:

Preparare i due impasti con gli ingredienti indicati e lasciarli riposare coperti per almeno mezz’ora.
Il procedimento per preparare la pasta verde è quello descritto nella ricetta delle “Tagliatelle di Kamut bicolori con mandorle” e la regola generale è sempre quella di aggiungere all’impasto un po’ di acqua tiepida oppure un po’ di farina nel caso sia necessario regolarne la consistenza.

Per la farcia
Mondare e lavare i germogli di papavero e di  luppolo.
In due pentole separate con acqua già in ebollizione e salata, cuocere le erbe.
Una volta cotte, scolarle e strizzarle molto bene quindi, con l’aiuto di un mixer, frullarle.
Passare al setaccio la ricotta, raccoglierla in una ciotola e, quindi, unire le erbe frullate.
Aggiustare di sale e pepe ed insaporire il composto con una grattatina  di noce moscata.
Incorporare l’uovo leggermente sbattuto ed il parmigiano reggiano.
Mescolare con cura per amalgamare bene tutti gli ingredienti.

Stendere la pasta all’uovo e distribuirvi il ripieno a mucchietti; chiudere con la pasta all’uovo agli spinaci e, con un coppapasta, formare le margherite.

Per la fonduta di parmigiano
In un tegame, unire la panna ed il parmigiano grattugiato, mescolare con una frusta fino ad ottenere un composto omogeneo. A questo punto, porre il tegame sul fuoco, aggiungere il burro e mescolare di continuo fino a quando il parmigiano si sarà sciolto.

Cuocere le margherite in abbondante acqua salata , scolarle e servirle subito condite con la fonduta di parmigiano.

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Valentina “Io Kamut … e tu?”

Annunci

15 thoughts on “Margherite di Kamut ripiene con ricotta, germogli di luppolo selvatico e papaveri su fonduta di parmigiano

  1. Ciao Antonella!
    T’ho trovato per caso e ho visto subito che siamo quasi colleghe;)) …Tantissimi complimenti per il blog, è veramente belle ricette! Mi è piaciuta questa qui!
    Un bacione e a presto!

    Mi piace

  2. Antonella, sei meravigliosamente brava!!! Pur non essendo intollerante..(al frumento ecc. 😉 ) inizierò ad usare questa farina di kamut, mi piace un sacco!! Buona giornata!

    Mi piace

    • …uno dei lati positivi di internet è che non si vede quando ti fanno arrossire 🙂 … Scherzi a parte, grazie per i complimenti… se non sbaglio tu sai già dove fare spesa di farine, vero? Usare tutte queste farine alternative a quelle tradizionali, comunque, è divertente e vengono fuori un sacco di cose sfiziose
      Buona giornata

      Mi piace

  3. Thank you for leaving such an informative comment on my blog about the frogs!
    I am impressed with your recipes and thanks to google I can understand them!
    My dad speaks fluent Italian (his grandma was from Trieste and they spoke it at home) Too bad I never learned it!

    Mi piace

  4. Pingback: Farfalle di segale ripiene di selene (carletti, sclopit) ed ortica. « Accantoalcamino's Blog

  5. Pingback: Omelette alla vitalba | Il Pasto Nudo

  6. Ciao Antonella, dai un’occhiata al mio ultimo post, ti va il gemellaggio? Buona giornata e grazie della mail e e dei link, tra qualche giorno farò un post..finchè si scherza si scherza 🙂
    Un bacione.

    Mi piace

  7. Pingback: Andar per boschi terza parte: i chiodini… « Accantoalcamino's Blog

  8. Pingback: Andar per funghi terza parte: i chiodini…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.